ed a proposito di api…*

Come molti sanno, non sono un’amante dell’arte di fare la spesa, a dire la verità mi pesa proprio, così come quasi tutte le attività legate alla gestione domestica: dal lavare i vetri a caricare la lavatrice trovo tutto immensamente inutile e, in ogni caso, decisamente troppo impegnativo, pur amando l’ordine e la pulizia ossessiva. C’è una sola eccezione a questa mia Weltanschauung domestica ed è andare ad acquistare le brioches nel suq di Marrakech. Che sia una bottega piccola o una pasticceria più “moderna” spesso capita che sia frequentata non solo dai bottegai o dai clienti ma anche dai fornitori di materia prima: le api. Ora, penso che accadesse in Italia la ASL farebbe chiudere immediatamente l’esercente ma qua, beh, qua vigono altri parametri igienici. È un aspetto che trovo romantico e poetico contemporaneamente. Sarà perché amo le api, sarà perché trovo questa liaison con la natura così curiosa e poco comune, ma spesso ci vado anche solo per gustarmi la scena. A voi le prove.

Any thoughts?