Ed infine arrivano loro: le bomboniere.

Nel periodo estivo c’è qualcosa che ci preoccupa più di una cartella esattoriale: ricevere un invito a nozze. Confessiamolo, non siamo delle fan sfegatate dei pranzi di nozze che durano otto ore (quando va bene), da trascorrere in ristoranti improbabili – di solito quei luoghi kitsch che hanno alle pareti le foto di tutte le coppie che hanno consumato costì il pranzo di nozze – con un numero di portate di poco inferiore al numero di risoluzioni Onu per il mantenimento della pace in Medio Oriente.

Ora, intanto vogliamo dire agli sposi che la II° Guerra Mondiale è terminata, che non siamo più in periodo di razionamento e che non è necessario, ma anzi francamente insultante, proporre pranzi con due antipasti, due primi, due secondi, otto contorni, formaggi, sgroppino e frutta: non possediamo otto stomaci come le vacche e vorremmo poterci alzare dalla sedia reggendoci sulle nostre gambe senza dover scippare il deambulatore a nonna. Cosa c’è di male ad offrire un pasto composto da: antipasto, primo, secondo e dolce? Chi di noi si ciba quotidianamente tutto ciò? nessuno, ergo può benissimo starci in un pranzo speciale, che vorremmo terminasse d’essere una sorta di gara di sopravvivenza gastro-intestinale.

Se siete coloro che in qualche modo riescono ad arrivare vivi intorno alle 23:00 c’è un’altra tortura che vi aspetta: la distribuzione della bomboniera. La cerimonia si svolge così: in preda ai fumi dell’alcool la novella coppia di sposi inizia un walzer tra i tavoli, nel corso della quale danza distribuisce una forma di ringraziamento socialmente accettata – e da molti inspiegabilmente incoraggiata – per aver preso parte ad una giornata tanto importante. Di solito sono oggetti di una bruttezza agghiacciante e voi, in quei momenti, preferireste camminare sui carboni ardenti o assistere ad una televendita di Wanna Marchi piuttosto che avere tra le mani quella cosa lì. Ma no, dovete fingere che il meraviglioso gingillo vi piaccia da morire. Che butterete i vostri vasi Venini per far posto sulla credenza al quel grappolo d’uva in cristallo placcato argento che vi stanno donando. Certo. Come no!

Cari sposi abbiate pietà di noi. Una manciata di confetti è più che sufficiente, davvero, e se proprio siete in vena di sperpero sostenete associazioni benefiche, il WWF, l’Unicef, la vostra associazione preferita (no, l’Associazione per la valorizzazione dello gnocco fritto non vale), donate alla locale scuola elementare per l’acquisto di materiali didattici (che ne ha sicuramente bisogno), donate alla biblioteca, ma non buttate i vostri danari in discutibili porta-ritratti in porcellana!

Suvvia, iniziate la vostra vita coniugale con un atto di magnanimità verso il prossimo!

Ecco la nostra guida al peggio (ed al meglio) che vi possa venire regalato il giorno del sì!

 

Una maschera veneziana? No, grazie
Una maschera veneziana? No, grazie.
Vi prego, abbiate pietà di noi.
Vi prego, abbiate pietà di noi.
No, no, no! non piacciono a nessuno le statuine Thun! Nemmeno con se segnano l'ora.
No, no, no! non piacciono a nessuno le statuine Thun! Nemmeno se segnano l’ora.
Perché?
Perché?! Perché?! Perché?!
La mia personale idea di Inferno.
La mia personale idea di Inferno.
Ma della rosa in finto-argento poi, cosa dovremmo farcene esattamente?
Ma della rosa in finto-argento, poi, cosa dovremmo farcene esattamente?
Quando l'utile diventa inguardabile.
Quando l’utile diventa inguardabile.

 

Se mi regalano queste io le porto direttamente al negozio dell'usato.
Se mi regalano queste io le porto direttamente al negozio dell’usato. Coppie in procinto di sposarvi: siete avvisate.
Una confezione di marmellata fatta in casa. E saremo felici.
Una confezione di marmellata fatta in casa. E saremo felici.
Una bella piantina aromatica. E saremo felici.
Una bella piantina aromatica. E saremo felici.
Semplicemente qualche confetto. E saremo felici.
Semplicemente qualche confetto. E saremo felici.
Del buon miele "firmato", e saremo felici.
Del buon miele “firmato”, e saremo felici.
Aiutate il WWF. E saremo felici.
Aiutate il WWF. E saremo felici.

Any thoughts?

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.