per tutti coloro che hanno esperienziato l’aeroporto di Marrakech*

Chiunque di voi abbia avuto modo di atterrare o decollare dall’aeroporto di Marrakech-Menara avrà certamente memoria del sistema bizantino di timbri e contro-timbri necessari solo per accedere ai controlli di sicurezza che, per le donne, hanno una profondità quasi ginecologica – grazie alle energiche mani delle addette -, delle interminabili file al controllo passaporti, in un ambiente angusto, illuminato da un sadico amante del neon, privo di aria condizionata (nemmeno in estate), a cui prontamente succede un ulteriore (e misterioso) ri-controllo da parte di un altro agente della sicurezza (il sospetto era quello della creazione di altri altri posti di lavoro, dal momento che nulla può accadere nei cinque metri che lo separano dai guichet dei colleghi, i quali devono – a mano – inserire i dati a sistema. Il tutto al termine di uno zig-zag di code in cui si fa a gara per non farsi superare dai marocchini, abili a tagliare le code quanto Cracco un arrosto. Orbene compagni di sventure, forse, Inshallah, tutto questo avrà fine entro Dicembre dal momento che ci sarà il nuovo aeroporto finalmente aperto! In realtà avrebbe dovuto essere inaugurato in occasione del COP 22 ( 7 – 18 Novembre 2016) ma evidentemente Allah non ha voluto concedere il suo favore e quindi mezzo mondo è stato costretto a passare tra le forche caudine sopra descritte, forche con la connessione Wi-Fi a 5€ per mezz’ora, salvo Wi-Fi gratuito ma solo per la COP 22.

Per rendere omaggio all’Inferno del Turista – detto anche Aeroport Marrakech – Menara voglio condividere con voi alcune immagini delle hall interne di cui certamente sentiremo la mancanza.

I cessi: due, con le porte che per entrare devi strisciare lungo la parete, perfettamente tangenti il wc. Asciugamani? mai pervenuto
I cessi: due, con le porte che per entrare devi strisciare lungo la parete, perfettamente tangenti il wc. Asciugamani? mai pervenuto
Tanto i dirham marocchini non ve li cambiano in patria, lasciateceli.
Tanto i dirham marocchini non ve li cambiano in patria, lasciateceli.
la misteriosa e desideratissima lounge di Royal Air Maroc, nessuno vi accede mai perché nessuno viaggia con quella compagnia essendo destinazione di compagnie low cost. Si favoleggia sui bagni...
la misteriosa e desideratissima Vip Lounge di Royal Air Maroc, nessuno vi accede mai perché nessuno viaggia con la compagnia di bandiera marocchina essendo la Menara, destinazione principe di compagnie low cost. Si favoleggia sui bagni…
Una vasta scelta di  abiti allultima moda da "Fantasia"
Una vasta scelta di abiti all’ultima moda da “Fantasia Cuir”
Ho compilato centinaia di formulari di suggerimenti... non mi hanno mai contattata
Ho compilato centinaia di formulari di suggerimenti, con mia grande sorpresa non mi hanno mai contattata. Ultimamente non si degnavano nemmeno di mettere i formulari da compilare…
Ovviamente non funziona, e che diamine, che volete anche voi?
Ovviamente non funziona, e che diamine, che volete anche voi?
la vista
la vista, per fortuna dagli aerei e sugli aerei si sale a piedi, camminando in mezzo alla pista. La cosa pare che si ripeterà con il nuovo aeroporto, meglio quello delle interminabili attese sugli autobus senza aria condizionata.
L'aeroporto ora, non vi fate ingannare dalle apparenze: è solo l'ingresso!
L’aeroporto ora, non vi fate ingannare dalle apparenze: è solo l’ingresso!
Duty Free: ove ordine e pulizia regnano sovrane
Duty Free: ove ordine e pulizia regnano sovrane
Chi ha già chiuso baracca in attesa della nuova location
Chi ha già chiuso baracca in attesa della nuova location

Any thoughts?